Sono lesioni della cute degli arti inferiori a diversa origine, in genere benigne e con prognosi buona, che a volte guariscono anche da sole, anche se con tempi lunghissimi.

In circa il 70% hanno una origine in una malattia delle vene o dei Linfatici. In altri casi la malattia dipende da problemi arteriosi. In una minima percentuale sono secondarie ad altre malattie come le malattie reumatiche, ecc.

Uno degli sbagli più comuni è quella di considerare la terapia topica (cioè curare la pelle e quindi l’ulcera ) sufficiente a portare  a guarigione, la lesione. In realtà le ulcere guariscono solo dopo aver fatto diagnosi e dopo aver risolto o curato la causa che le ha determinate. È chiaro, quindi, che in questi casi prima di procedere a medicazioni complesse e costose bisogna capire quale è la causa e curarla.

Se il problema sono le arterie e quindi la ipoossigenazione dei tessuti bisogna capire se il paziente può beneficiare di una rivascolarizzazione dell’arto interessato. Se la causa è la stasi flebolinfatica la cura è la elastocompressione e così via.

 

Per ulteriori approfondimenti vedi anche: Flebologia