Dott. Bresci Giampaolo

Bresci Giampaolo

Gastroenterologia

Laurea in Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Pisa 15/10/1975 con votazione 110/110.
Specializzazione in Medicina Interna Pisa 1980.
Specializzazione Malattie dell’ Apparato Digerente Pisa 1985.
Idoneità Nazionale a Primario Gastroenterologia 1986.
Idoneità Nazionale a Primario Medicina Interna 1987

-Dal 6/7/2019 ad oggi opera presso Casa di Cura San rossore
-Dal 1/10/2010 al 6/7/2919 Direttore U.O.C. Gastroenterologia e Malattie del Ricambio AOU Pisana
-Dal 31/10/2008 al 30/09/2010 Responsabile sez. professionale di rilevanza interdisciplinare Endoscopia Digestiva AOU Pisana
-Dal 1/01/1999 al 30/10/2008 Responsabile Modulo “Endoscopia Digestiva” AOU Pisana
-Dal 1/10/93 al 31/12/1998 Responsabile Modulo di Diabetologia AOU Pisana.
-Dal 10/9/90 al 30-9-2010 Aiuto Gastroenterologia e Malattie del Ricambi AOUP Pisa
.–Dal 20/7/1981 al 9/9/90 Assistente Divisione di Gastroenterologia e Malattie del Ricambio. U.S.L. 12
-Dal 1/4/1980 al 19/10/1982 Aiuto IRRC Pisa.
-Dal 1/12/1979 al 11/1/1983 U.S.L. 12 di Pisa Medicina dei Servizi.
-Dal 1978 al 31/3/1980 Direttore Sanitario IRRC Pisa. .
-Dal 1/7/1976 al 31/12/1976 Tirocinio ospedaliero “Gastroenterologia” U.S.L. 12 Pisa.
-Dal 16/2/1976 al 31/3/1987 medico medicina di base –

Fin dal 1976 ha iniziato un percorso formativo in ambito gastroenterologico, presso la UOC Gastroenterologia e Malattie del Ricambio di Pisa, che lo ha portato a sviluppare specifiche competenze direttive prima come Assistente, poi come Aiuto e infine come Direttore della stessa Unità Operativa Complessa (UOC).
In particolare ha acquisito particolare esperienza:
-nell’ endoscopia digestiva diagnostica e operativa,
-nell’ inquadramento diagnostico, terapeutico e preventivo delle malattie dell’apparato digerente
-nell’ ambito dell’organizzazione e gestione dei percorsi diagnostico-terapeutici ambulatoriali (PDTA) gastroenterologici e prevenzione neoplasie colon-retto.
-Ha introdotto presso l’attuale AOUP la video capsula, la granulocitaferesi e ha contribuito all’introduzione dell’ endoscopia robotica.