Aragona Francesco

Urologia

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE
Nato a Cosenza il 12.02.1950. Laurea in Medicina e Chirurgia nel Novembre 1974 presso l’Università di Pisa con punti 110/110 e lode.
Specialista in Urologia ed in Chirurgia Generale.
Dal 1980 al 1984 Ricercatore presso la Clinica Chirurgica dell’Università di Pisa e dal 1984 fino al Giugno 2000 presso l’Istituto di Urologia dell’Università di Padova.
Dal Maggio 1979 all’Ottobre 1984 ha frequentato la Fundaciòn Puigvert di Barcellona (Spagna) in qualità di borsista, svolgendo regolare attività chirurgica e di ricerca.
In qualità di Ricercatore dell’Università di Padova è stato titolare dell’Insegnamento di Urologia Pediatrica della Scuola di specialità in Urologia.
Dal Giugno 2000 idoneo nel ruolo dei Professori associati di Urologia.
Dal 1° Luglio 2000 al 30 Giugno 2005 Primario della U.O. Urologia dell’Azienda Ospedaliera “Cannizzaro” di Catania; incarico rinnovato in data 29 Luglio 2005 previo giudizio positivo (punti 1,30/ 1,30) del Collegio tecnico per la Verifica dei Dirigenti medici-area chirurgica.
Dal Luglio 2011 fino al pensionamento (Maggio 2014) Direttore del Dipartimento Chirurgico e della U.O. di Urologia dell’ Ospedale Cannizzaro di Catania.
Membro della American Urological Association, della European Association of Urology, della Asociaciòn Espanola de Urologia, della New York Academy of Sciences e dell’ AURO (Associazione Urologi Ospedalieri) .

Autore di 314 pubblicazioni scientifiche edite su riviste italiane ed estere (Impact Factor complessivo: 164,97)
Conoscenza di inglese e spagnolo letto e parlato.
L’attività chirurgica dal 1.12.1989 al 7.01.2000 comprende 1208 interventi di chirurgia urologica eseguiti come primo operatore; di questi 336 sono stati eseguiti su pazienti di età pediatrica. L’attività endoscopica dal 1.4.1997 al 23.11.1999 consta di 3500 atti endoscopici.
L’attività chirurgica della U.O. dell’Ospedale Cannizzaro nel periodo Luglio 2000-Aprile 2014 comprende circa 12.000 procedure chirurgiche, gran parte delle quali di chirurgia urologica maggiore.
L’attività endoscopica consta di 20.000 atti endoscopici (cistoscopie, resezione di neoplasie vescicali e di prostata).