L’urologia è definita “Ramo della medicina che si occupa dello studio e del trattamento delle malattie dell’apparato urinario“.

I trattamenti che possono essere effettuati presso la Casa di Cura Privata San Rossore sono i seguenti:

Prestazioni ambulatoriali

  • visita urologica
  • esame urodinamico (clicca per maggior info)
  • ecografia apparato urinario
  • ecografia transretale
  • ecoccolordoppler scrotale
  • ecoccolordoppler penieno basale e penieno dinamico
  • studio con rigiscan
  • ricovero in day hospital per effettuare un ceck up urologico

Interventi chirurgici urologici

  • vaporizzazione Laser per Ipertrofia prostatica benigna (clicca per vedere il video di spiegazione)
  • prostatectomia radicale
  • tumorectomia e nefrectomia
  • uretero renoscopia ed ureterolitotrissia (URS ULT)
  • cistectomia radicale
  • ricostruzione vescicale
  • TURB
  • correzione ipospadia ed epispadia
  • impianto di protesi peniene
  • chirurgia peniena ricostruttiva
  • impianto protesi testicolari
  • chirurgia per tumori testicolari
  • chirurgia per tumori penieni
  • varicocele con tecnica microchirurgica o scleroembolizzazione
  • circoncisione e frenuloplastica

Chirurgia Urologica

La Chirurgia Urologica in generale si occupa della chirurgia tradizionale, dell’endoscopia urologica e in parte della chirurgia dei genitali. Oltre alla Chirurgia Urologica tradizionale e all’endoscopia in Casa di Cura San Rossore sono state perfezionate le tecniche di chirurgia ricostruttiva urogenitale. La chirurgia ricostruttiva urogenitale è infatti una branca superspecialistica che sta prendendo campo sempre più insistentemente nel panorama chirurgico internazionale.

Le patologie che richiedono l’intervento del chirurgo urogenitale sono svariate. Tra le tante:

  • La patologia neoplastica dei genitali, in cui fino ad oggi ci si avvaleva della chirurgia demolitiva.
  • Il tumore del pene, per il quale fino a poco tempo fa si ricorreva all’amputazione dell’organo, con le ovvie conseguenze funzionali e psicologiche, specie in soggetti giovani. Grazie a tecniche di chirurgia ricostruttiva urogenitale e plastica è ora possibile ricostruire la porzione amputata con ottimi risultati estetici e funzionali. Grazie, poi, alla chirurgia della disfunzione erettile, è possibile impiantare protesi tricomponenti idrauliche, con ripresa dell’attività sessuale.
  • La malattia di La Peyronie o induratio penis plastica.
  • La traumatologia dei genitali.
  • Le patologie congenite dei genitali maschili come il pene curvo congenito o l’ipospadia
  • L’incontinenza maschile. Alcuni pazienti sottoposti a prostatectomia radicale per tumore della prostata sono affetti da incontinenza urinaria: attualmente esistono tecniche chirurgiche perineali che permettono, con l’applicazione di dispositivi di sospensione uretrale, il ripristino della continenza.
  • L’incontinenza urinaria femminile, per la quale esistono tecniche mini invasive transvaginali che permettono il ripristino della continenza.
  • Il prolasso vescicale femminile, per il quale esistono tecniche chirurgiche vaginali che tramite l’applicazione di reti di prolene ricostituiscono l’integrità estetica e funzionale femminile.
  • La patologia traumatica del bacino o le infezioni uretrali, che possono essere poi responsabili di stenosi più o meno complesse di porzioni più o meno estese dell’uretra sia anteriore che posteriore. Con la chirurgia dell’uretra grazie a tecniche di chirurgia ricostruttiva con l’impiego di innesti di mucosa buccale o di cute vengono ricostruite stenosi urerali.

Tumore vescicale

l tumore vescicale nella fase diagnostica la Casa di Cura San Rossore dispone di un nuovissimo uretrocistoscopio con particolari filtri di luce NBI che permette di rilevare la presenza di tumori vescicali piani, microscopici e i carcinomi in situ. Questi non sarebbero altrimenti  visibili alla luce bianca degli usuali cistoscopi. Nella fase terapeutica di resezione endoscopica di neoformazioni vescicali si utilizzano elettroresettori bipolari che riducono il sanguinamento perioperatorio dell’80%. Qualora sia necessario asportazione di vescica, ovvero cistectomia radicale con linfadenectomia loco regionale ed estesa, si pone la problematica di derivare le urine all’esterno del corpo umano. Il nostro obiettivo primario è quello di non alterare lo schema corporeo dei pazienti, pertanto si cerca sempre di non posizionare sacchetti esterni per la derivazione urinaria.

In sintesi si ricostruiscono le vesciche asportate con segmenti intestinali, cosiddette neovesciche ortotopiche o eterotopiche. Il paziente non avrà sacchetti urinari esterni senza incorrere negli inconvenienti degli stessi come il distacco nei momenti più indesiderati e la gestione a vita con ricambi continui e sensazione di non essere guarito dalla malattia iniziale. Gli interventi di ricostruzione vescicali sono fattibili in ambedue i sessi.

Riguardo al tumore prostatico la casa di cura esegue in un solo giorno tutti gli accertamenti utili ad una diagnosi di esclusione o conferma di un tumore. Esegue esami ematochimici come psa, visita urologica, eco trans rettale, risonanza magnetica prostatica multiparametrica e se necessario campionatura bioptica prostatica. L’apparecchio di risonanza magnetica prostatica multiparametrica è il top della gamma esistente, ovvero senza bobina endorettale ma con antenna esterna che secondo la letteratura è più affidabile e preciso.

La biopsia prostatica viene eseguita con la nuova metodica della biopsia target mirata con tecnica fusion e non solo con la tecnica cosiddetta random, ormai superata.

Riguardo le terapie del tumore prostatico la Casa di Cura dispone di tutti i trattamenti esistenti: chirurgia, laparoscopia, radioterapia e terapie oncologiche.

Riguardo al tumore renale si può disporre sia della soluzione chirurgica sia della soluzione  laparoscopica. Sempre più casistica si annovera per interventi limitati al risparmio del rene asportandone solo la parte contenente il tumore, in considerazioni di diagnosi precoci di tumori non troppo grandi la calcolosi urinaria affligge persone giovani in piena attività lavorativa e occupazionale, pazienti che non possono perdere tempo.

La Casa di Cura San Rossore può risolvere la calcolosi urinaria in 48 ore utilizzando apparecchiature terapeutiche come le onde d’urto, la litotrissia endoscopica sia essa vescicale, ureterale e renale (RIRS). Solo per il trattamento dei calcoli urinari complessi, cosiddetti a stampo, può essere necessario ricovero per 3-5 giorni. Altra patologia frequente è la patologia della statica pelvica nelle donne e la incontinenza urinaria nelle donne e uomini.

Abbiamo le migliori procedure per la diagnosi e la terapia. Il settore andrologico riguardo la diagnostica e le procedure terapeutiche relative alla correzione delle curvature peniene e impianto di protesi peniene sono descritte anche da altri specialisti.

Specialisti di Riferimento

Articoli Correlati